Capitali e competenze per l'e-commerce gourmet Lorenzo Vinci
Italian gourmet club: capitali e competenze per la società che valorizza il food d’autore attraverso la rete BacktoWork24

Scoprire le eccellenze enogastronomiche made in Italy e vivere esperienze di gusto con il meglio della produzione artigianale, attraverso le tecnologie digitali: è questa la mission di Walfredo Della Gherardesca e Federico Pastore, due giovani imprenditori che hanno deciso di puntare tutto sul food on line, sviluppando la piattaforma di e-commerce gourmetLorenzo Vinci”.   

 «Un’idea semplice quanto efficace – raccontano i due soci del food-store a portata di click - che, grazie a BacktoWork24, è riuscita ad attirare l’attenzione di nuovi capitali e competenze, per avviare nuove sinergie all’insegna della promozione del patrimonio gastronomico di nicchia della cucina italiana». Una vera e propria “bottega” che ha alzato le saracinesche sul web, scovando e proponendo mensilmente produttori locali del territorio, certificati, attenti alla qualità, ai metodi di coltivazione e rispettosi dei tempi e delle regole dettate dalla natura, per offrire a chi frequenta il loro “club gourmet” una selezione di prodotti stagionali a prezzi altamente competitivi. Il tutto, accompagnato da un’intensa attività editoriale, che ha l’obiettivo di raccontare piatti, notizie, eventi, curiosità e ricette di chef stellati e blogger settoriali, per arricchire la food experience dei consumatori. 

Il food oggi ha invaso il web: “Lorenzo Vinci” però è riuscito a convincere gli investitori. Quali sono i punti di forza?      

«Negli ultimi tre anni, in Italia, il settore del food&wine ha registrato un trend di crescita costante – sottolinea Walfredo della Gherardesca, co-founder e director di Lorenzo Vinci - adattandosi ai continui cambiamenti in termini di servizi e rivolgendosi a un target sempre più consapevole e informato. Credo che il nostro punto di forza sia stato quello di essere riusciti a cogliere il momento ideale per entrare in questo mercato, proponendo in modo trasversale l’enogastronomia d’eccellenza italiana e puntando sui piccoli brand, custodi di tradizioni e sapori genuini. Attraverso le due formule chiave della nostra attività - b2b e b2c – oggi riusciamo a interfacciarci con un pubblico variegato, passando dalla vendita di prodotti gourmet di qualità e con prezzi d’acquisto ragionevoli alle Pmi italiane, alla fornitura di tipo offline per il settore alberghiero di lusso e food retail, fino al consumatore finale che ama il buon cibo e le specialità regionali».

Uno manager dei matching di BacktoWork24 ha creduto e investito in voi: quale sarà il percorso che intraprenderete insieme?   

«Come startup, il nostro presupposto è quello di far entrare nel nostro network investitori che credono con slancio nel progetto, cogliendone le opportunità e riuscendo ad apportare una crescita in termini di know-how e competenze. Così è stato con il manager Ferruccio Borsani – entrato in contatto con noi grazie a BacktoWork24 - un processo collaborativo partito a luglio, che ha superato ogni aspettativa: oltre alla selezione di prodotti di nicchia proposti da realtà esclusive, stiamo lavorando insieme alla produzione e presentazione di linee gourmet realizzate interamente da noi come la “Muciara”, un prodotto a base di tonno fornito da una piccola azienda siciliana».

Quali saranno dunque le novità e gli strumenti che potenzieranno ulteriormente il vostro core business?      

«Con i fondi raccolti aumenteremo sicuramente la comunicazione, un asset fondamentale della piattaforma ed elemento chiave che permette di differenziarla rispetto ai competitor e trasformarla in un “contenitore” e produttore di contenuti con un’intensa attività editoriale. Cerchiamo infatti di raccontare in modo innovativo il meglio della cucina e dell’enogastronomia italiana con storie, articoli, ricette, video e interviste arricchendo ancora di più l’esperienza di acquisto del cliente e creando un rapporto diretto con il pubblico. Inoltre per potenziare ancora di più il nostro core business investiremo senz’altro anche nei servizi stessi di marketing che offriamo ai fornitori, come per esempio i servizi di vendita».

Qual è stato il valore aggiunto apportato dal player BacktoWork24?         

«Il mercato spesso offre realtà che incubano e accelerano le startup, ancora troppo incentrate a stimolare l’attivazione di nuove imprese soltanto in termini di profitto. BacktoWork24 - con cui la nostra realtà Italian Pick è entrata in contatto grazie a Equinvest, società di equity crowdfunding - invece si è presentato come un canale efficiente, composto da un parterre di persone “vere” e dirette, provenienti dal mondo imprenditoriale. Il team conosce le dinamiche aziendale e ha dimostrato di avere interesse nelle idee più che ai numeri, e per tale motivo, a noi startupper – spinti soprattutto dalla passione - risulta più semplice confrontarci e intraprendere un percorso di crescita con loro».

 

Sei un’Azienda, una Startup?
O un imprenditore?
Per ottenere risorse finanziarie, competenze manageriali e partnership con altre aziende.
Sei un Manager?
O un professionista?
Per proseguire la carriera diventando imprenditore investendo in piccole imprese consolidate.
Sei un Investitore?
Per trovare opportunità di investimento in PMI e startup.