Sea Eagle Industries Group conquista gli investitori con il “vanity cabinet”
Il vanity cabinet di design, pratico e funzionale, che elimina le barriere architettoniche, ottimizza gli spazi, valorizza l’ambiente e conquista gli investitori

Cambiare il concept di un oggetto, mantenendo la sua funzione d’uso, ma innovandolo attraverso quattro essenziali leve: design, qualità, hi-tech e igiene. Così Giacomo Violante - CEO di Sea Eagle Industries Group – è riuscito a “disegnare” il futuro dei sanitari, rivoluzionando e trasformando il bagno in una sala beauty altamente tecnologica e sicura per qualsiasi contesto. Il sanitario a scomparsa - evoluzione futuristica del sanitario sospeso – non solo razionalizzerà gli spazi con charme, ma consentirà di eliminare per la prima volta le barriere architettoniche e gli elementi costruttivi che ostacolano ancora oggi la fruibilità dei servizi, limiti purtroppo presenti in moltissime strutture. A rendere possibile l’incontro tra l’industria made in Italy e capitali e competenze di manager in cerca di idee innovative da potenziare, è stato BacktoWork24: il Club Deal ha infatti puntato i riflettori sul “vanity cabinet” di ultima generazione, attirando l’attenzione di Fausto Ferraris, che ha deciso di investire in un modello di business unico che ha già destato l’interesse del mercato nazionale e internazionale.

Dal “bagno per servizi” in una “sala da bagno” dotata di servizi. Quali sono i punti di forza del sanitario a scomparsa?

«Il nostro sanitario, coperta da brevetto e creato da un team di ricercatori – sottolinea Violante - cambia radicalmente l’uso degli spazi consentendo in primo luogo ad architetti e designer di renderli interessanti, soprattutto in termini estetici, grazie alla possibilità di adottare infinite forme di arredo fuori dagli schemi convenzionali, lasciando l’ambiente agevole e opportunamente valorizzato. Altro punto di forza è certamente la sua estrema funzionalità, poiché essendo nascosto alla vista – da un mobile o direttamente incassato nella parete - non è più responsabile del massimo ingombro. Continuando su questa logica, il futuro del bagno sarà sicuramente la sua trasformazione in una vera e propria sala beauty altamente tecnologica, destinata alla nostra cura del corpo o perché no, interpretata come “cabina armadio”».

Spazi, funzionalità, igiene e design hanno convinto il manager Fausto Ferraris. Come verranno utilizzati i fondi e le sue competenze?      

«L’incontro con Fausto, avvenuto grazie a BacktoWork24, ha sancito l’inizio di un percorso lavorativo sinergico, sia in termini di crescita che di potenziamento di una realtà aziendale totalmente made in Italy. Dopo un periodo di trasferimento reciproco di know how e competenze, è entrato a far parte del nostro organico svolgendo il ruolo di responsabile commerciale di Sea Eagle Industries Group S.r.l., definendo così gli asset del progetto e gli sviluppi futuri. A fine gennaio lanceremo il prodotto su larga scala attraverso servizi televisivi che andranno in onda in tutto il continente asiatico e in oltre 40 Paesi del mondo, raggiungendo ben 800 milioni di persone: un investimento che andrà dunque oltre i confini nazionali».

Dalla nautica alle compagnie aeree, passando per i caravan e le case mobili: quali sono i settori su cui puntate?      

«L’estrema personalizzazione e adattabilità del sanitario a scomparsa abbraccia le esigenze di tutti i settori dell’arredo bagno presenti sul mercato, prevedendo la realizzazione di tutte le possibili applicazioni. La riduzione dello spazio e la facilità di pulizia sono stati i motivi che hanno catturato maggiormente l’attenzione del mondo alberghiero in tutti i suoi livelli, ottenendo risultati più che positivi».

L’eliminazione totale delle barriere architettoniche risponde alle esigenze di persone con disabilità. Avete progetti futuri per potenziare questo settore?    

«Diversamente da altri prodotti in commercio, il sanitario offre la sicurezza di avere la fruibilità di un sospeso standard, sia in fase di utilizzo che di chiusura. Ciò comporta l’abbattimento totale delle barriere architettoniche per disabili che vogliono utilizzare questo genere di soluzione. Un impiego non indifferente che abbiamo sin da subito presentato al Ministero della Salute per portarlo all’attenzione delle Istituzioni e trovare nuove strade da percorrere. Siamo in attesa di ricevere le giuste indicazioni per intraprendere questo percorso e aiutare a eliminare una criticità purtroppo ancora presente nella nostra società».

Un’accelerata al business ottenuta durante il Club Deal. Qual è stato il valore aggiunto apportato dal team di BacktoWork24?        

«Una filiera di valore che è riuscita ad attivarsi grazie al contributo e al supporto di BacktoWork24: la loro attenta selezione di manager/investitori profilati e competenti, ha permesso di trovare il player giusto in linea alla nostra vision e mission aziendale. Fausto Ferraris proviene da realtà manageriali di livello internazionale e con la sua esperienza è riuscito ad apportare in breve tempo le competenze di cui avevamo bisogno. Questo è sicuramente stato l’elemento cardine che ha tracciato il successo del nostro progetto».

Sei un’Azienda, una Startup?
O un imprenditore?
Per ottenere risorse finanziarie, competenze manageriali e partnership con altre aziende.
Sei un Manager?
O un professionista?
Per proseguire la carriera diventando imprenditore investendo in piccole imprese consolidate.
Sei un Investitore?
Per trovare opportunità di investimento in PMI e startup.